Nada Yoga

Il Nada Yoga, lo yoga del suono, è un aspetto dello yoga che utilizza il suono, i mantra e la musica al fine di raggiungere la meta dello yoga: l’integrazione della personalità, la ri-connessione con il Divino e la realizzazione spirituale. Lo yoga “la scienza della reintegrazione totale“. Lo yoga dunque è un’integrazione armoniosa di corpo, mente e spirito. Per conseguire questo obiettivo, lo yoga dispone di molte tecniche psicofisiche, tra cui quelle del Nada Yoga.

nada yoga 2

Il Nada Yoga è una esperienza profonda.
Ti porta via, ti scaraventa dentro. Il Suono e l’Energia e la Luce sono una espressione della Nostra Vera Natura.
Una linea di un poeta, o una linea di una canzone puo’ portarti via il respiro. Puo’ farti piangere o fermare la tua mente.
Puo’ cambiare il tuo stato emotivo ed elevarti.

Il Divino è Amore, Incondizionato, Puro, Vasto…Là non vi è legame, ma solo Amore ed Amore ed Amore…per sempre libero….
Vi è un bisogno dentro, in profondità, un bisogno di tornare a Casa, di essere libero, libero da qualsiasi cosa e di bagnarsi nella Gioia e nella Dolcezza Intima.
Per me Suono ed Energia (Cio’ che chiamano qui in India Saraswati e Shakty), sono stati uno strumento per andare dentro e trovare Quella Presenza ove vi é solo Dolcezza e Amore.

Sono molto grato ai miei amati Maestri che mi hanno insegnato la devozione ed il servizio, poichè invero, la qualità piu’ profonda di Quella Beata Presenza all’interno è la Gratitudine, la Devozione, la dolce Compassione.
Qual’è la qualità innata del fuoco? Non è forse la luce ed il calore? E qual’è la qualità innata dell’acqua? Non è forse la freschezza e la plasticità?

Per me, cio’ che sperimento all’interno è Amore, Amore ed Amore.
Signore, appartengo a Te.
Ho assunto la mia croce e cerco di camminare nelle Tue impronte. Sono qui per Te e per i Tuoi bambini…
Mi è stato chiesto di spendere alcune parole circa il Nada yoga. Per me, in tutti questi anni di canto….Non posso dire molto…

Posso solo dire che il Nada Yoga è stato uno strumento fantastico per andare all’interno e trovare cio’ che è gia’ li’, …li’ ad attendere il nostro bisogno di camminare nella Pienezza. Questa vita è benedetta, ed anche tu che leggi sei benedetto.

Non sottovalutare queste poche righe.

Potrebbe sembrare che tu sia il corpo che stai usando, ma non è cosi’, un giorno o l’altro lo abbandonerai. Non sei fatto solo di carne e di ossa, hai anche “Qualcosa d’Altro” dentro di te. Ma come farai per scoprirlo? Hai bisogno di uno strumento, non è cosi’?
L’India, cosi’ come il Tibet e l’Egitto ha una tradizione esoterica di metodi per sprofondare all’interno. Qui in India li chiamano “yoga” (unione dell’anima individuale con il Supremo) oppure “Tantra” (metodi, vi sono 64 tantras nella tradizione per l’appunto).
Ma la nostra tradizione ha perso questo tipo di approccio. Per questa ragione ho speso cosi’ tanto tempo in India, Nepal, Shri Lanka e altri luoghi anche. Ho speso meta’ della mia vita viaggiando per questa causa.
Sono davvero grato e mi ritengo estremamente fortunato….

Stefano Manfrin

Corso Base:

Costo €. 100.00

Lo yoga del suono o Nada Yoga ti insegna ad ascoltare i suoni con la colonna vertebrale. Queste antiche tecniche ri/armonizzano il flusso dell’Energia e donano Pace e tranquilla serenità. Non solo, attraverso queste tecniche è possibile imparare a cantare perfino se completamente stonati. E’ attraverso queste tecniche che la musica tradizionale ed il canto classico dell’India è nato.

Scaletta del corso:

*   Tecniche di base di Nada Yoga.
** Introduzione al sistema dei raga ed il “rasa” o “gusto-attitudine” di ogni famiglia dei raga (differente stato emotivo che viene dato da un raga, tipo: devozione, pace, gioia, distacco ecc.ecc.).
***Canto devozionale ed uso dell’harmonium.

Corso Avanzato 1:

Costo : 120 euro

Scaletta del corso:

*Ripasso delle tecniche di base di Nada Yoga

**Introduzione a nuovi raga ed al loro “rasa” o “gusto-attitudine” (differente stato emotivo che viene dato da un raga, tipo: devozione, pace, gioia, distacco ecc.ecc.). In questo corso analizzeremo in particolare i raga associati al problema psichico della tensione, della rabbia e della tristezza e la loro risoluzione nello stato della Calma e Beatitudine e Vastità.
***Comprensione dei chakra e delle energie associate a differenti stati emotivi
****Introduzione agli Alankaras (Complessa sequenza degli eserciziari della musica classica indiana, canonizzati da Purandara Dasa, il Padre della musica carnatica, nel 16° secolo)

Corso Avanzato 2:

Costo : 120 euro

Per parteciparvi è sufficiente aver completato almeno una volta il corso di base, tuttavia anche coloro che non hanno mai partecipato possono venire e saranno seguiti adeguatamente.

(questo corso analizzerà nuovi raga rispetto al livello di base e a quello avanzato 1 )

Scaletta del corso:

*Ripasso e studio delle tecniche di base di Nada Yoga
**Introduzione a nuovi raga ed al loro “rasa” o “gusto-attitudine” (differente stato emotivo che viene dato da un raga, tipo: devozione, pace, gioia, distacco ecc.ecc.).
In questo corso studieremo in particolare il raga che attiva il canale energetico lunare e quello che attiva il canale energetico solare. Poi lo studio dei raga che sollevano e sublimano l’energia sessuale e convertono retas (liquido seminale) in tejas e ojas (Energia e Luce) e tecniche di Nada Yoga tradizionale per gli elementi Terra, acqua, Fuoco, Aria, Etere, e elemento mentale.
***Comprensione dei chakra e delle energie associate a differenti stati emotivi

Corso Avanzato 3:

Per parteciparvi è sufficiente aver completato almeno una volta il corso di base, tuttavia anche coloro che non hanno mai partecipato possono venire e saranno seguiti adeguatamente.

Scaletta del corso:
*Ripasso delle tecniche di base di Nada Yoga
**Inizio dello studio degli eserciziari di canto classico indiano del Sud dell’India (codificati da Purandara Dasa il padre della musica Carnatica) chiamati alankaras (ornamento, gioiello).
*** Introduzione alle Ghitas o canti sanscriti tradizionali sui ragas già trattati negli altri corsi
****Inizio dello studio dei raga associati ai Dasa Parami o dieci qualità spirituali che si devono sviluppare per ottenere la Liberazione e l’Auto-perfezionamento

 SEMINARIO DI NADA YOGA AVANZATO 4

Il seminario si terrà nei giorni: 19/20 Settembre 2015 (sab/dom)
Presso: l’Associazione Italiana Reiki via Cirenei 10 a Milano
Orari sia sabato che domenica : dalle 10 am alle 13 e poi dalle 15 alle 18

Per informazioni Stefano: 3426306093 oppure Gianluigi : 3297223672
oppure contattate via mail: stefanomanfrin@yahoo.it

Per partecipare ai corsi, viene gentilmente richiesta una quota di 100 o 120 euro per tutto il week-end, ma il pagamento non viene imposto. Se una persona avesse difficoltà economiche, è possibile comunque partecipare al corso liberamente o lasciando una piccola donazione; non vi è problema a riguardo.

Iscrizioni

Gli Alankaras, le Ghita e i raga per ispirare lo sviluppo dei Dasa Parami
Introduzione ai seminari avanzati di Nada Yoga 3, 4, 5 e 6

I seminari avanzati di Nada Yoga 3,4,5 e 6 si occupano dello studio da un lato dei complessi eserciziari di canto indiano (Alankaras) , codificati per la prima volta da Purandara Dasa nel 16° secolo, dall’altra dello studio di varie Ghita (canto tradizionale in lode o al Guru o alle Divinità) ed infine dello studio di quei raga il cui “rasa” o gusto emozionale e il cui “varna” o “prana-colore” che si impone nell’aurea, può aiutare lo sviluppo di quelle importantissime virtù o qualità spirituali che il Signore Siddharta Gotama il Bhudda chiamò i Dasa Parami.
Quando uno studente si approccia al livello avanzato 3 di Nada Yoga si presuppone che abbia già compreso e sentito attraverso la ripetuta esperienza le risonanze vibratorie dei suoni sul proprio corpo sottile e abbia compreso cosa avviene quando le note che si susseguono dall’ombelico fino alla pineale andando su e giù (raga) toccano il suo sistema energetico e di conseguenza chimico/ormonale. Ovviamente se un nuovo studente si avvicina al Nada Yoga da questo livello in avanti tutto questo rimarrà molto velato e potrà in seguito recuperare il terreno perduto. Avrà la vaga sensazione di un tesoro nascosto di cui sente parlare e che intuisce grazie agli effetti evidenti che prova sul propro sistema fisico, energetico ed emozionale, ma che in qualche modo ancora sfugge alla sua comprensione .
Da questo livello in avanti per ben quattro livelli (livello avanzato 3,4,5,e 6) si slitta sullo studio delle basi della musica carnatica. Si impara il “tala” (tempo) battendo con la mano il ritmo e scandendo così le note cantate.
Poi si inizia ad apprendere le prime cinque famiglie degli esercizi (Alankaras), che vengono chiamate “Svairavali Varaisagal” che significa esercizi semplici, dato che dopo mesi di studio si passa agli esercizi medi ed in un secondo tempo agli esercizi difficili.
Si fanno questi esercizi in tre velocità (lenta, media e veloce) e poi con l’A-kara o canto della A.

Poi si studiano le Ghita che sono dei canti tradizionali in lode o al Guru o alle Divinità il cui testo o “Saithya” in genere, ne descrive le qualità interiori ed esteriori con grande devozione e fervore.
Le Ghite vengono cantate su una base di note o “Swaras” che rispettano l’Arohana e l’Avarohana cioè la salita e la discesa di un raga che è stato già analizzato nei corsi precedenti.
Le Ghite sono molto belle ed il gusto e sentimento che rilasciano è nettamente diverso dai Bhajans o canti devozionali.
Le note ed il tempo infatti rispecchiano dei parametri e degli scambi diversi rispetto al canto devozionale classico che ha una struttura molto più ripetitiva e visuale…

Un’altra componente di questa serie di corsi è basata sull’importantissima comprensione delle dieci qualità spirituali senza le quali l’auto-liberazione dal ciclo delle rinascite e l’autoperfezionamento non sono possibili. Queste virtù insorsero spontaneamente dal cuore del Signore Buddha in una sua vita precedente. Fù proprio Bhuddha a parlare di tutto ciò dettagliatamente durante la Sua ultima esistenza terrestre. Infatti leggendo i testi bhuddisti si trovano ampli chiarimenti sui Dasa Parami.
In quella vita precedente il Signore Bhudda era un brahmino di nome Sumedha e fece voto di riincarnarsi innumerevoli volte senza liberarsi, con il puro scopo di autoperfezionarsi per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.
Questo nella tradizione viene chiamato ciclo di rincarnazioni da Bodhisattva. Cioè nonostante la Sua statura spirituale, che gli avrebbe concesso di liberarsi in poco tempo, Egli rifiutò e continuò ad incarnarsi per aiutare la comprensione del Dhamma e benedire e ad aiutare tutti gli esseri senzienti sul cammino e per conquistare quelle qualità necessarie per divenire un Bhudda Onniscente, cioè un Sama Sambhudda.
Si dice che in una intera Creazione vi sono solo cinque Sama Sambhudda e che Siddharta Gotama il Bhudda fù il quarto tra loro. Il quinto Sama Sambhudda che ancora deve venire è il Bhudda d’oro o Bhudda Maitreya, di cui alcune tradizioni hanno già accennato.

Furono proprio queste dieci qualità o Dasa Parami che vita dopo vita Egli coltivò per raggiungere la perfezione.

Grazie allo straordinario mezzo che è il Nada Yoga lo studente può essere pranicamente (energeticamente) ispirato allo sviluppo di queste dieci qualità e può aiutarsi in questo depositando almeno una goccia in una di queste dieci grandi giare.
Le dieci giare che devono essere riempite almeno a metà vita dopo vita per permettere al sistema psico-fisico di prepararsi al potentissimo impatto con l’Assoluto e per poter raggiungere la liberazione, sono invece da riempirsi pienamente nel caso di un Sama Sambhudda o Bhudda Onniscente…ed è per questo motivo che diventare un Sama Sambhudda è così difficile e così lungo…

Grazie al fatto che i raga lavorano su di un livello inconscio e meccanico del corpo energetico, quando cantati senza teso, semplicemente con una “A”, è possibile creare delle abitudini energetiche a vivere dentro di sé delle famiglie di emozioni specifiche (rasa) che possono essere conducive allo sviluppo di buone qualità. Questo è un aiuto tremendo per essere ispirati alla pratica dei Dasa Parami. Quante volte si vorrebbe fare un buon gesto con Amore e lo si fa invece meccanicamente, in maniera arida? Quante volte si vorrebbe sentire compassione e benevolenza per qualcuno e invece non si sente nulla?
Quante volte si vorrebbe avere pazienza, ci si sforza, ma si prova solo irritazione?
Quante volte si vorrebbe avere energia per svegliarsi presto al mattino e meditare e invece si è svuotati e stanchi?
Il Nada Yoga interviene a riempire queste lacune e crea con il “varna” o “prana colore” l’attitudine corretta ed imposta e predispone energeticamente il sistema psico/fisico per quel tipo di operatività…e direi…”questo non è poco”…
Ecco i Dasa Parami:
• Dana Parami: la generosità, dono di sé
• Sila Parami: la virtù, la morale, il comportamento corretto o giusta condotta
• Nekkhamma Parami: la rinuncia, il distacco
• Panna Parami: saggezza trascendentale, discriminazione fra ciò che muta e ciò che permane, (insight)
• Viriya Parami: energia, la diligenza, il vigore, lo sforzo
• Khanti Parami: la pazienza, la tolleranza, l’accettazione, la resistenza amorevole
• Sacca Parami: sincerità, l’onestà, capacità di mantenere le proprie promesse, essere veritieri
• Adhiṭṭhāna Parami: determinazione, risoluzione, concentrazione costante
• Mettā Parami: amorevolezza, compassione,
• Upekkha Parami: equanimità, serenità

Esistono vari raga che possono aiutare lo sviluppo e la comprensione profonda di queste dieci qualità. Imparare a capirne i circuiti e centri energetici coinvolti, gli effetti sul carattere, ed i difetti nel caso una persona non possieda queste qualità…ecco di cosa ci occuperemo in questi livelli avanzati di Nada Yoga. Questi livelli così come gli altri, sono indipendenti gli uni dagli altri, ma è sempre consigliabile studiarli progressivamente.
Da questi corsi in avanti lo studente serio di Nada Yoga si rende conto da solo, dell’importanza di avere un harmonium, per poter iniziare a praticare le complicate famiglie di eserciziari e canti che da questi livelli vengono studiati approfonditamente.
Per questo mi sto occupando di procurare degli ottimi harmonium dai contatti che ho.
In futuro costruiremo un’accademia di Sanghita, cioè di studio di canto riassumendo tutte queste conoscenze e formando in maniera progressiva gli allievi…
Possiate tutti essere felici ed in pace e liberati dall’odio, dalla sofferenza e dall’ignoranza….