Questo non è Reiki

Questo non è Reiki

Questo non è Reiki- Questa lettera contiene la testimonianza di due Master Reiki di Roma. Ho pensato molto se era il caso di divulgare quanto segue. Primo perché non ho vissuto personalmente questa esperienza. Secondo, non so se il racconto corrisponde in toto alla realtà. Sapendo come vanno le cose in questo nostro mondo, ho deciso di pubblicare la loro testimonianza. Volutamente non cito i nomi dei due Master e dell’organizzazione il oggetto, onde evitare di arrecare danno a loro e ad eventuali persone estranee ai fatti. Se tutto ciò corrispondesse a verità ci troviamo ad avere a che fare con il lato oscuro di Reiki, mentre se i fatti non fossero reali o fossero gonfiati, questa lettera diventa un ulteriore approfondimento su cos’è o cosa non è Reiki.

Lettera aperta

Milano 12 Dicembre 2001

Non avrei mai pensato di dovermi trovare un giorno a scrivere questa pagina, questo sfogo o riflessione, questo decidetelo voi, dopo aver letto quanto segue.

Da un anno a questa parte ho avuto il privilegio di conoscere parecchi Master Reiki, grazie al seminario di Japanese Reiki che tengo per i Master. Proprio due giorni fa, sono stati al mio centro due Master Reiki di Roma, per ricevere questi insegnamenti, e fin qui tutto bene. Come faccio sempre con le persone che partecipano ai miei seminari, ho chiesto loro quali fossero state le loro esperienze, con chi avessero preso il Master e altre condivisioni che possono arricchirci, con uno scambio reciproco.

Posso affermare con certezza che quello che mi hanno raccontato è stato uno dei momenti più sconvolgenti e bui della mia esperienza con Reiki. Grazie a queste persone ho preso coscienza che, per quanto ci siano molti ottimi insegnanti di questo metodo, forse ce ne sono altrettanti che potrebbero far parte delle SS o appartenere ai Talebani di prim’ordine. Lo so, non sto dicendo niente di nuovo, lo sappiamo tutti che ci sono molti Master che non hanno una preparazione sufficiente, che lo fanno solo per soldi, e che, probabilmente alcuni non sono neanche dei Master (quando parlo di Master mi riferisco a persone che hanno la conoscenza tecnica, non a dei Master intesi come Maestri di Vita), ma, quanto mi è stato raccontato va oltre alla mia immaginazione, a costo di sembrarvi ingenuo.

Veniamo ora a quanto mi hanno raccontato queste persone, che qui chiamerò Angelo e Francesca, per mantenerli giustamente nell’anonimato (leggendo capirete perché). Angelo e Francesca, sono sposati, hanno dei figli, ed un bel giorno sono venuti a conoscenza di Reiki, esperienza comune a molte persone, purtroppo però, quest’esperienza si è lentamente e gradualmente trasformata in un incubo, degno di un film di Dario Argento, fatta di violenze psicologiche, plagio, richieste di denaro sempre più elevate (decine di milioni), per alcuni anche botte. La cosa più assurda è che queste persone fanno parte di un’associazione Reiki, che opera su tutto il territorio nazionale e che conta migliaia di iscritti, non faccio qui il nome perché questo non spetta a me, voglio solo mettervi in guardia, che se per caso vi trovaste a vivere questo tipo di esperienza, non ha assolutamente niente a che vedere con Reiki e con i suoi principi. Vi racconterò ora alcune esperienze vissute in prima persona, o di cui Angelo e Francesca sono stati testimoni.

1) All’interno di quest’associazione non è permesso ad un allievo di un master, di avere contatti con altri master, anche se membri dell’associazione. Da loro vige il principio un master per la vita. Angelo mi ha raccontato che un giorno partecipando ad un meeting, dell’associazione, si è avvicinato ad un master (non il suo), (quando si è svolto quest’episodio Angelo era già Master), semplicemente per scambiare due chiacchiere, con il risultato di essere stato trattato in malo modo e freddamente. In un secondo tempo, vi si è avvicinato ancora, ma con la differenza che Angelo era insieme al proprio master, questa volta è stato trattato con affetto e cordialità. In merito a questi comportamenti, Angelo mi ha spiegato che all’interno di quest’associazione se sei visto parlare con un master che non è il tuo, significa che sei in contrasto e conflitto con il tuo master. Questa cosa non è accetta, in quanto tu sei dipendente in tutto e per tutto dal tuo insegnante. Nel caso che continui a frequentare altri insegnanti, sei allontanato da tutti e messo alla gogna.

QUESTO NON E’ REIKI.
REIKI E’ LIBERTA’ !!!

2) L’associazione in oggetto impone ai master di iniziare cento nuovi allievi per il primo anno di attività come master. E così a salire negli anni a seguire. Nel corso dei meeting per i master, il gran maestro dell’associazione, chiede per alzata di mano a tutti i partecipanti se hanno raggiunto l’obiettivo (come succede nelle organizzazioni dei multi level), chi non è riuscito a raggiungere l’obiettivo, è apostrofato con insulti e ingiurie da parte del gran maestro, e dagli altri. Tenete presente che ogni maestro deve far iscrivere all’associazione i suoi allievi, versando una quota associativa annua. Soldi che s’intasca il “boss”, credo che sia un termine più azzeccato.

QUESTO NON E’ REIKI
REIKI E’ UGUAGLIANZA !!!

3) Angelo e Francesca, mi hanno raccontato che è usanza comune dei maestri decidere chi, dove e quando deve passare al livello successivo, usando spesso queste parole: “Metti da parte i soldi perché tu sei pronto per andare avanti”. La cosa strana, specialmente per il master, è che, questa proposta era fatta a persone che era certo potessero pagare (20.000.000), Angelo stesso si è sentito dire ciò, dopo aver venduto una proprietà, il suo mastro gli ha detto ora sei pronto per il master (anche alla moglie). Tutto questo dopo solo sei mesi che Angelo e Francesca avevano ricevuto il primo livello, fate voi….. Di questi episodi i cari amici di Roma, ne sono stati testimoni molte volte. Questo è stato uno dei motivi che li ha poi portati ad aprire gli occhi ed in seguito ad allontanarsi da quest’associazione mafiosa. Ad una loro amica è stato proposto di prendere il master, ma non aveva i soldi, a questo punto il loro buon maestro gli ha detto non ti preoccupare, lo puoi pagare a rate (con assegno postdatato a 90gg di 18.000.000, due li aveva dati durante l’iniziazione). Il problema è che questa loro amica i 18.000.000 non li aveva, e con il suo stipendio di due milioni al mese non poteva coprire l’assegno. Quando accortasi di avere commesso un grosso errore, recatasi dal suo master chiedendo una rateizzazione alla quale potesse far fronte, si è sentita dire arrangiati io alla scadenza metto l’assegno all’incasso. Questo è uno dei tanti episodi analoghi che mi sono stati raccontati.

QUESTO NON E’ REIKI
REIKI E’ DARE AGLI ALTRI !!!

4) Quest’episodio all’inizio ha suscitato la mia ilarità, che si è poi trasformata in rabbia e disprezzo. Ilarità perché mi sono sentito dire queste parole: “Matrimonio Reiki”. Il matrimonio reiki, consiste nel far prendere il master di reiki insieme alle coppie, con la seguente motivazione. E’ indispensabile per una coppia fare questo passo insieme, altrimenti può succedere che se il master lo prende uno solo, sarete costretti a lasciarvi. Questo perché a detta di queste persone, chi riceve l’iniziazione a master spicca un gran salto in avanti nella sua evoluzione spirituale, e l’altra persona restando indietro non riuscirà più a seguila, si creeranno troppe differenze che vi porteranno alla separazione. E’ il caso di dire due piccioni con una fava 20.000.000 X 2= 40.000.000. A proposito di questo, ho chiesto ad Angelo e Francesca, perché avessero preso il master in questo modo, quando poteva prenderlo uno e poi passarlo all’altro, almeno avrebbero risparmiato 20.000.000. La risposta è stata la seguente: ” non è possibile perché non puoi cambiare il master”. Mi ero, infatti, dimenticato del principio un master per la vita. Come vedete in un modo o nell’altro ti costringono alla dipendenza a vita del master che t’inizia la prima volta. Se mi permettete una battuta, mi sembra questo il vero matrimonio reiki, anche se un tantino bigamo.

QUESTO NON E’ REIKI
REIKI E’ UNIONE NON SEPARAZIONE !!!

5) Un’altra esperienza che mi hanno raccontato è legata alla loro partecipazione ad un seminario avanzato full immersion di quattro giorni. Dove sono stati testimoni, di episodi a dir poco sconvolgenti. In questi seminari avanzati erano usate tecniche psichiche per risolvere gli eventuali conflitti interni che ci portiamo dentro. Conflitti interni con i genitori, compagni e altri. Le persone erano obbligate a urlare ad un compagno presente al seminario, che fungeva da specchio, ingiurie e insulti, a volte queste dinamiche fanno si che chi fa da specchio, s’immedesima nella persona che rappresenta, scatenando vere e proprie scene di follia collettiva con insulti botte, il resto lo lascio alla vostra immaginazione. Un ragazzo in uno di questi seminari per risolvere un conflitto irrisolto con la sua ex fidanzata, ha afferrato per il collo la sua compagna attuale, in un raptus di follia scatenato da queste tecniche di transfert, che per poco non la uccideva. Mentre scrivo sono sconcertato e schifato, non vi nascondo che a un certo punto del racconto di Angelo e Francesca ho manifestato l’intenzione di voler lasciare Reiki, perché la sola idea di poter essere associato a queste persone mi provoca un senso di nausea e disgusto.

QUESTO NON E’ REIKI
REIKI E’ ENERGIA D’AMORE

6) Altra cosa che mi è stata narrata, è che all’interno dei seminari reiki di 1° e 2° livello queste persone utilizzano le tecniche psichiche che vi ho citato sopra. Questo non è corretto per quanto riguarda l’insegnamento di Reiki, perché Reiki non è niente di tutto ciò. Il “boss” di quest’associazione si vanta di avere un lignaggio molto vicino ad Usui, e su questo ha costruito la sua fortuna materiale, così lui, così i suoi collaboratori più stretti, non fanno altro che citare il lignaggio. Come un certificato di garanzia, è come affermare che uno che ha la patente non possa diventare un pirata della strada. Purtroppo sappiamo bene che non è il pezzo di carta che ci rende dei buoni insegnanti, autisti o qualsiasi altra cosa. Citano quest’insegnamento tradizionale, come specchietto per le allodole, quando sanno bene che molto di quello che fanno fare e insegnano non ha niente a che fare e vedere con Reiki. Tutto questo porta a creare confusione e non chiarezza.

TUTTO QUESTO NON E’ REIKI !!!
TUTTO QUESTO NON E’ REIKI !!!
TUTTO QUESTO NON E’ REIKI !!!

7) Angelo e Francesca hanno visto questi insegnanti lanciare anatemi e maledizioni, contro chi ha aperto gli occhi e si è allontanato da loro. Contro chi li ha denunciati, voglio ora chiudere con quest’ultimo episodio anche se ce ne sono altri. Uno di questi master ha costretto una famiglia intera a prendere reiki. Questa famiglia aveva un bimbo paralizzato dalla nascita, e questo master con sicuramente qualche complesso di onnipotenza, o di potere ha detto a queste persone che se avessero fatto tutti reiki il loro bambino sarebbe guarito dalla grave malformazione che aveva. Oltre questo non voglio aggiungere altro.

Tutto questo non è Reiki,

Reiki è libertà, libertà dalle dipendenze, libertà dai condizionamenti, libertà di fare quello che c’indica il Cuore, nostro unico vero Maestro, Reiki è Amore, Reiki è Pace, Reiki è ritrovare se stessi non fare quello che ti dice un maestro, il vero Maestro non ti obbliga, non ti costringe, non si arricchisce, non ti fa protestare un assegno, ma ti guida amorevolmente alla riscoperta della tua natura, non ti fa violenza psicologica, rispetta la tua psiche, anche quando sa che stai sbagliando, non interviene perché sa che l’unico modo per imparare è sbagliare.

Tutto questo non è Reiki,

Reiki non è costrizione, non è paura, ma libertà dalle costrizioni e dalle paure, questa lettera è indirizzata a tutti, ma soprattutto a quelle persone alle quali è proposto reiki in uno dei modi sopra descritti, se il vostro maestro non vi lascia la libertà in tutto e per tutto cambiate, scappate e cercate di aiutare gli altri che si trovano in queste condizioni. Angelo e Francesca si sono allontanati, e per tre anni non hanno più usato Reiki, si sono prima dovuti ripulire dallo schifo che inconsciamente associavano a Reiki, ma fortunatamente la lontananza da queste persone, e l’energia di Reiki hanno fatto il resto. Oggi sono rinati si sono lasciati alle spalle un gran fardello, e hanno deciso di denunciare queste persone, stanno preparando un sito Internet dove racconteranno la loro esperienza e quella di altri che come loro sono stati truffati. Truffati, non solo materialmente ma anche nello spirito, nell’amore, nella ricerca di una vita migliore che si è trasformata in un incubo. Nessuno si può titolare Maestro, Master o altro titolo, sono gli altri che casomai ti riconoscono questa capacità, io non mi sento un maestro, mi limito solo ad insegnare una tecnica e a raccontare le mie esperienze. Troppe persone abusano e usano questa parola, dopo quest’esperienza non so riuscirò ancora a dire che faccio il master di Reiki. Non per modestia ma perché è un termine che potrebbe trarre in inganno le persone che partecipano ai miei seminari, non voglio che vedano in me quello che non sono, è giusto che vedano in me quello che sono, una persona che sta cercando di migliorarsi e migliorare la propria vita, una persona che lotta per quello in cui crede, una persona che parla per esperienza, non per nozionistica. Troppi nozionisti hanno, e continuano a condizionare la nostra vita. Iniziamo a vivere, vivere veramente non sopravvivere, non fare le pecore che corrono da una parte all’altra dove le guida il pastore, ma librarsi libere nell’aria come l’Aquila. Scusate questo sfogo, ma mi è uscito dal cuore, e vi garantisco che non è sempre facile ascoltare il cuore e non la mente. La mente che corre, corre senza vedere cosa le succede intorno, o vede solo quello che le fa comodo vedere.

Con Amore, Om Shanti Om Gianluigi, un uomo che insegna Reiki

Questa lettera ha circa un anno e mezzo, nel frattempo ho avuto modo di conoscere meglio queste persone e sono sicuro della della loro testimonianza.

 

11 commenti
  1. andrea
    andrea dice:

    Salve a tutti! Anch’io mi sono allontanato da questi gruppi. Alcuni mischiavano il reiki con l’esoterismo, gli angeli, gnosi, martinismo, esorcismo ecc..É vero che era proibito andare da un’altro reiki master. Venivano sempre a saperlo in qualche modo. Poi assumevi lo stesso comportamento che avevano: freddezza, egoismo, prepotenza. Un’altro gruppo reiki mischiava sai baba, ufo e teosofia. Sono 7 anni che soffro di depressione. Paura che possano farmi del male (a distanza). Io e mia moglie abbiamo fatto un incidente in auto proprio di fronte alla sede di uno di questi super-master. Non è l’unico episodio. Volevo denunciarli ma non ne ho le forze. Ho perso fiducia nel reiki che era l’unica cosa che ben mi guidava.

    Rispondi
    • Gianluigi Costa
      Gianluigi Costa dice:

      Ciao Andrea,
      mi dispiace veramente tanto per la tua brutta esperienza e mi spiace che tu abbia perso fiducia in Reiki.
      Reiki non ha nulla a che vedere con le persone che hai incontrato.
      Se lo vorrai mi farà molto piacere avere Te e Tua moglie ospiti di un mio seminario.
      Un abbraccio
      Gianluigi

      Rispondi
    • Maria Cristina Del Vecchio
      Maria Cristina Del Vecchio dice:

      Buonasera stavo cercando un buon master Reiki perché purtroppo sono stata griffata anch’io nei primi due livelli. Potete per cortesia indicarmi un vero insegnante reiki . Sono a Roma. E se è possibile mi farebbe comodo o sulla tuscolana o Roma sud. Grazie ancora.

      Rispondi
  2. Damiano Nisoli
    Damiano Nisoli dice:

    In tutto e per tutto c’e’ gente che se ne approfitta per fare del male agli altri.
    Per mia fortuna il mio incontro con il Reiki e’ stato Fantastico e leggere questa lettera mi ha fatto rabbrividire.
    Un abbraccio di luce a tutte quelle persone che finiscono nella ragnatela di questi aguzzini.
    Un grandissimo Augurio anche a te Andrea che la vita ti sorrida ..

    Rispondi
  3. ANGELA
    ANGELA dice:

    CHE ORRORE, QUESTE PERSONE VANNO DENUNCIATE. FORTUNATAMENTE ESISTONO MAESTRE,I SERI, ONESTI, BRAVE PERSONE . PERSONE AVIDE PER IL TERZO LIVELLO CHIEDONO MIGLIAIA DI EURO, SI ATTEGGIANO A GURU , IMPAPOCCHIANO E INFARINANO I CORSI CON ARGOMENTI ESOTERICI PER SPILLARE PIU’ SOLDI. BISOGNA DENUNCIARLI PER TRUFFA.

    Rispondi
  4. Ines Moretti
    Ines Moretti dice:

    Ribadisco il concetto questo non è REIKI…è estorsione…mi dispiace per chi cade in queste truffe …ho già scritto in altri siti, state attenti tutto gira intorno al denaro il REIKI non è niente di materiale è puro spirito amore compassione empatia ..è giusto che si richieda un compenso per i seminari anche loro vivono in questo mondo che gira intorno ai soldi..ma non devono arricchirsi a nostre spese cercate di pesare bene il denaro che vi viene chiesto..REIKI non è denaro dietro ci deve essere un anima compassionevole sensibile vera…

    Rispondi
  5. annalisa
    annalisa dice:

    Purtroppo e’ successo anche a me questa “maestra” mi ha distrutto la famiglia botte insulti richieste di soldi a me e altri …purtroppo non ha ancora pagato.

    Rispondi
  6. Antonio Tafuri Lupinacci
    Antonio Tafuri Lupinacci dice:

    Buongiorno a tutti! Sono un master indipendente e non appartengo a nessuna associazione. Nei miei seminari, tra l’altro, ho sempre cura di invitare gli allievi a ripetere liberamente con altri Master perché c’è sempre da apprendere da persone e stili differenti. Altra cosa che ripeto sempre è che il master NON è un guru ma in primis un maestro di tecniche. Nel tempo, ho avuto modo anch’io di ascoltare racconti da parte di persone che avevano frequentato corsi spacciati per Reiki e che con Reiki non avevano nulla a che vedere. Una signora mi raccontò di aver ricevuto il Primo Livello bendata e circondata da candele nere e di esserne rimasta traumatizzata a lungo, tanto che, quando seppe che io facevo Reiki, si allontanò da un momento all’altro e ci volle del bello e del buono per convincerla di quanto fossi innocuo e poter così aprire un rapporto d’amicizia e di stima. La caratteristica comune a chi si gabella per Master senza esserlo e ai (veri ma truffaldini) Master sono gli alti costi. Reiki NON si vende perché Reiki è di tutti! Ciò che l’allievo paga è il tempo della formazione. Personalmente, applico un costo molto mite ai seminari per 16 ore di formazione spalmate su un week end.
    Quindi, una sera ogni due settimane, svolgo una serata di 3 ore di approfondimento dele tecniche di trattamento fintanto che gli allievi se ne siano ben impadroniti. Queste serate sono totalmente gratuite e assumono il valore di volontariato perché gli allievi possono portare, come riceventi, parenti e amici desiderosi di provare l’efficacia del Reiki. Questa è per me una modalità etica di condurre l’attività di Master. Ringrazio per l’ospitalità nel sito e saluto tutti con simpatia e cordialità. Namasté. Antonio

    Rispondi
  7. Angelo Tognetti
    Angelo Tognetti dice:

    Ho letto con stupore il racconto iniziale e poi con interesse tutte le risposte. Ho appena iniziato il mio percorso per poter insegnare Reiki, io dico che il Reiki ha scelto me, per anni ho provato a seguire un corso, ma c’era sempre qualche cosa che mi impediva, tempo, soldi, mancanza d’insegnanti, poi fra centinaia di siti che avevo visitato uno in particolare spiccava su gli altri, da allora (tre anni fa) grazie all’insegnante e il gruppo di persone che lo seguono ho intrapreso questo percorso che sembra aprirsi all’infinito davanti a me, come diceva un insegnante in una delle risposte, è un continuo imparare, da chiunque, sia dai masters che dall’ultima persona arrivata.
    Questi Mob Masters forse aiutano queste persone (inconsapevolmente) a rimuovere un cattivo karma ( non giustifico le loro azioni) di queste persone che cadono sotto le loro grinfie.
    On Namaha Shivaya

    Reiki è una continua crescita Reiki è finalmente “HANSHIN RITSUMEI

    Un ringraziamento a Gianluigi

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.