Reiki in ospedale a Milano

Come usufruire della prestazione Reiki
pubblicato il 13-5-2002

Chi ha un’emicrania ribelle ai trattamenti farmacologici e ha una storia di abuso di analgesici, può usufruire del trattamento presso il Centro di Medicina Psicosomatica dell’Ospedale San Carlo Borromeo di Milano.

Iniziativa finanziata dalla Regione Lombardia nell’ambito del progetto “Osservazioni e valutazioni di procedure terapeudiche di medicina complementare” ha i seguenti criteri di ammissione dei pazienti alla terapia:

pazienti di entrambi i sessi, tra i 18 e i 60 anni;
sofferenti da almeno un anno di emicrania diagnosticata come tale, con la frequenza di almeno tre attacchi al mese;
consenso informato scritto
I pazienti accedono al Centro di Medicina Psicosomatica (3°piano) Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II°, 3-20153 Milano con impegnativa per visita c/o ambulatorio Medicina Psicosomatica pagando le prestazioni secondo le tariffe del S.S.N.Alla prima visita fa seguito una richiesta interna di un ciclo di otto visite durante le quali vengono praticate le sedute di Reiki a cadenza settimanale.

All’inizio e alla fine del trattamento vengono praticati test psicodiagnostici e somministrati dei questionari per valutare l’andamento dei sintomi. I pazienti sono controllati dopo 6 mesi e un anno.

L’A.O.Ospedale San Carlo Borromeo è l’unica Azienda Ospedaliera pubblica in cui viene praticato Reiki e secondo tariffario S.SN.: ciò è possibile nell’ambito dei progetti di Medicina Complementare approvati dalla Regione Lombardia.

I risultati definitivi saranno forniti alla Regione Lombardia secondo i criteri della privacy.

Si può anticipare che i pazienti sono per la maggioranza donne, coniugate, di età media 37 anni; per la maggior parte hanno compiuto studi superiori, alla fine del trattamento si dichiarano molto soddisfatte dell’esperienza.

Il trattamento reiki, ha indotto, nella quasi totalità delle sedute, uno stato di rilassamento medio/profondo: questo dato è particolarmente interessante in quanto il paziente cefalalgico, più di altri, incontra difficoltà ad abbandonare il controllo e a lasciarsi andare.

L’equipe è formata da cinque medici e una psicologa.

Articolo tratto dal sito www.lifegate.it

Inoltre:

Il Reiki viene offerto in diversi centri medici statuni­tensi, tra cui il Portsmouth Ragionai Hospital (New York, il Marin General Hospital (San Francisco) e il California Pacific Medical Center, che lo definisce “tecnica di guarigio­ne attraverso l’energia sottile, che opera in associazione con energie individuali e uni­versali per aprire percorsi di guarigione. Si pongono le mani sul corpo della persona op­pure si sfiora il corpo per allineare i chakra e portare energia di guarigione agli organi e alle ghiandole”. In questi e altri centri nord-americani lo usano infermieri, fisioterapisti e volontari accanto alla terapia convenzionale, su pazienti che già ricevono un trattamento medico classico.

1 commento
  1. Michela
    Michela dice:

    Avrei bisogno di alcune info,sono un infermiera del san paolo ,a chi posso rivolgermi o email o cell
    Grazie di cuore miky

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.