Gli scambi Reiki

Gli scambi di trattamenti Reiki tra operatori, sono un passo fondamentale nella pratica del Reiki. Come abbiamo detto più volte Reiki va utilizzato tutti i giorni, solo in questo modo possiamo avere dei risultati veri e duraturi nel tempo. L’auto-trattamento è un momento magico che prendiamo per curare di noi stessi, ma, trattare qualcun altro è sicuramente la massima espressione della nostra disciplina. In quanto attraverso questa pratica ci viene data l’opportunità di poter fare un’esperienza unica di unione e con un’altra persona, di divenire un tutt’uno formato dall’energia, da noi e dalla persona che stiamo trattando. So benissimo che non tutti riescono a trovare delle persone da trattare, ed è proprio per questo motivo che molti insegnanti si mettono a disposizione una volta alla settimana per poter far fare gli scambi dei trattamenti di Reiki. Nell’articolo precedente abbiamo trattato le tre vie per il raggiungimento della Coscienza Cosmica, la prima via è indicata come “la via del servizio”, donare tutti noi stessi a chi ne ha bisogno. In Reiki il servizio si manifesta attraverso i trattamenti che facciamo agli altri. Certo l’ideale sarebbe trattare chi ne tutti quanti, ma per la difficoltà reale che molti hanno nel trovare persone disposte a farsi trattare, abbiamo la possibilità degli scambi Reiki. Certo, la nostra vita è frenetica e piena di impegni, molto spesso alla sera siamo stanchi e non abbiamo voglia di uscire di casa, ma vi assicuro che è necessario fare questo piccolo sforzo per trarre i maggiori vantaggi possibili dalla nostra stupenda disciplina. Cosa c’è di meglio nel mettersi a disposizione per donare Amore? Cosa c’è di meglio nel lasciarsi andare e riceve Amore? Attraverso gli scambi ci facciamo questo doppio regalo, mettiamo in circolo l’energia nel suo corretto fluire di dare e avere, mettiamo delle buone cause per la nostra vita a tutti i livelli. La seconda via per il raggiungimento della Coscienza Cosmica è la “via dell’Autodisciplina”, requisito fondamentale per sviluppare buone abitudini atte alla nostra evoluzione. Senza di essa tutto è vano ed inutile. se non riusciamo ad alimentare questa qualità non riusciremo a proseguire costantemente nella via della realizzazione spirituale. Per questo vi invito ad andare oltre la pigrizia, la non voglia l’apatia e cercare di partecipare con costanza a questi incontri di scambio. Senza l’autodisciplina permettiamo alle resistenza create dalla nostra mente di avere il sopravvento e continuare ad ostacolare la nostra evoluzione. Quando ci siamo iscritti al primo corso di Reiki ci siamo fatti un regalo stupendo, chi per un motivo chi per un altro abbiamo permesso alla nostra anima di prenderci per mano, ci siamo lasciati andare e ci siamo tuffati nel mare Cosmico dell’Amore. Ma, poi come spesso accade la paura a volte mascherata e ignota ci crea delle resistenze molto forti, ed abbiamo abbandonato il mare, siamo tornati sulla terra ferma, che ci da l’illusione della sicurezza. La sicurezza, bella sensazione, quando è reale, ma quando è mentale ed illusoria ci frena, ci illude e non porta da nessuna parte! “Caro Figlio/a, Io sono qui, non mi sono mai spostato, rituffati in Me, rientra nel mare, fatti avvolgere e permeare dal Mio abbraccio d’Amore, Io ti Amo più di ogni altra cosa, tu sei il mio nutrimento ed Io il tuo, ritorna a casa Io ti aspetto a braccia e cuore aperti, ORA!!!”. Questo è il messaggio che Dio ci continua a dare attraverso i suoi messaggeri, in ogni angolo del mondo si leva alta la sua voce che ci invita a ri-tornare a casa, ri-unificare l’io con Dio o se preferite Rei con KI. Sentite la forza di questo richiamo? Sentite la vostra anima che urla e dice andiamo a casa? Io credo di si, e se pensi di non sentire mi permetto di consigliarti di provare ugualmente. Noi siamo qui, ti aspettiamo in Luce, Amore e Pace. Om Shanti Om Gianluigi P.S. Se vicino a te non c’è nessun Maestro che organizza le serate di scambio, puoi sempre accordarti con qualche amico di Reiki e fare gli scambi a casa tua o sua.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.