Reiki e Chakra

Reiki e Chakra

Praticamente è quasi impossibile parlare di Reiki e non sentire associati a questa disciplina il Chakra.  Ma, la cosa singolare è che il fondatore del Reiki il Gran Maestro (O Sensei) Mikao Usui non ha mai insegnato nulla di tutto questo. Non ha mai inserito all’interno della sua disciplina lo studio o il trattamento dei Chakra.
Come spesso succede questa è una distorsione del Reiki inserita in occidente, da quando si è diffusa la conoscenza dell’esistenza dei Chakra sono praticamente stati inseriti all’interno di quasi qualsiasi disciplina energetica. Al punto tale di aver creato un nuovo paradigma nell’inconscio collettivo. Questo paradigma associa i Chakra alle terapie energetiche. Tutti dimentichi, o meglio ignoranti sull’origine e sul vero scopo è funzioni di questi fantastici centri energetici.

Più che centri da trattare a scopo terapeutico dovrebbero essere utilizzati a scopo diagnostico preventivo sul possibile insorgere di future patologie, inoltre sono lo specchio del nostro livello di coscienza e consapevolezza spirituale.
Nessuno può sistemare i nostri Chakra se non noi stessi, in quanto nessuno  può fare il lavoro di crescita spirituale al nostro posto.

Vi lascio ora alla visione di questo video di approfondimento su Reiki e Chakra.

Bambini indaco, bufala o verità?

Bambini indaco, bufala o verità?

Sono molti anni che si sente parlare di bambini indaco, arcobaleno e cristallo.  Secondo quanto affermano coloro che hanno scritto libri, tenuto conferenze e seminari sugli indaco, tali bambini sarebbero qui per guidarci nella nuova era.
La famosa età dell’oro per alcuni, età dell’acquario per altri o  fine del Kali Yuga. Oggettivamente siamo in un’epoca di cambiamento del paradigma energetico che determina la più o meno facilità per quanto riguarda l’evoluzione spirituale umana.
I bambini indaco sono qui per esserci aestri, ma se non genitori non siamo in grado di riconoscere che nostro figlio è un indaco, e di conseguenza aiutarlo nella sua libera crescita, questi bambini nel tempo potranno manifestare delle gradi sofferenze/insofferenze. Tali malesseri causati dalla nostra ignoranza, non essere stati buoni maestri per loro, potrebbe danneggiarli al punto di farli care schiavi delle maggiori dipendenze.

Questa è una piccola sintesi di ciò che viene spiegato e insegnato nei vari libri. Potrei continuare con lo scrivere, ma preferisco lasciarvi al seguente video che spero vi possa illuminare sui fenomeno mediatico nex age dei bambini indaco.

Dio agisce anche attraverso farmaci e medici

Dio agisce anche attraverso farmaci e medici

Il medici contro gli olistici, gli olistici contro i medici è il classico caso dove gli interessi personali e l’ignoranza causata dalla propria cultura mette parti che lavorano per ottenere le stesse cose le une contro le altre.
Tutto ciò che esiste non è altro che manifestazione divina, dell’unico e solo Dio creatore dell’universo visibile e invisibile.
Dio in quanto creatore e di conseguenza genitore ci da tutti gli strumenti per aiutarci in qualsiasi aspetto della nostra esistenza. Il mantenimento della salute e l’eventuale necessità di ri-acquisirla hanno diverse strade percorribili…. quelle visibili legate al mondo fenomenico materiale e quelle invisibile legato al mondo fenomenico immateriale.
In ciò che è materiale rientrano tutte le sostanze naturali o chimiche, nella parte invisibile tutte le modalità di utilizzo dell’energia.

Guarda il video per approfondire:

Come stare seduti con la schiena dritta per la Meditazione

Siamo tutti umane teste di c…o!

Siamo tutti umane teste di c…o!

In questo articolo Gianluigi spiega quello che avviene spesso…..di come l’ego sia talmente abile da prenderci in giro ed utilizzare anche i più elevati insegnamenti spirituali a sua vantaggio.
L’ego spirituale conseguenza di quanto sopra affermato è molto abile e subdolo, al punto da riuscire a convincerci di aver fatto dei notevoli assi in avanti nel nostro percorso spirituale, ma in realtà le avremo solamente fornito ulteriori strumenti per la sua auto esaltazione.

Guarda il seguente video per approfondire:

Perdono

Perdono

Cosa ha determinato le condizioni che presuppongono si arrivi al perdono? Per arrivare al presupposto del perdono deve esserci stato qualcuno che ci ha fatto un torto o del male in qualche modo. Ma siamo veramente sicuri che sia questa la causa, noi dobbiamo perdonare qualcuno che ci ha fatto del male? Oppure quel qualcuno non è altro che uno strumento nelle mani del Karma?  Ma non il karma che punisce, secondo la una visione limitata ed ignorante sul karma, bensì il karma come più grande maestro della nostra vita. Karma come opportunità  di poter riconoscere in noi un lato oscuro, un spetto del nostro carattere ancora pregno di ignoranza che ci fa interpretare egocentricamente una evento esterno o qualcosa fatto da noi. Se si deve perdonare è perchè qualcuno ha sbagliato! Questo secondo il luogo comune di qualsiasi mente limitata. Ma se analizziamo oggettivamente le cause faremo alcune scoperte incredibili!
1 – Nessuno sbaglia apposta (neanche tu).

2 – Quello che si prova emotivamente e seguito di un qualsiasi evento esterno non è responsabilità dell’evento, ma degli schemi mentali che ci sono i noi e che ci fanno interpretare negativamente un evento esterno.

3 – l’interpretazione che diamo è assolutamente limitata e manca di una vera visione dell’insieme.

Nei seguenti video riceverai degli insegnamenti e delle chiavi di lettura che potranno cambiare completamente la tua vita!

 

 

 

 

Con Reiki si possono assorbire energie negative?

Con Reiki si possono assorbire energie negative?

Una domanda che viene fatta spesso è proprio quella del titolo di questo articolo “Con Reiki si possono assorbire energie negative?” – la risposta data in modo superficiale è molto semplice “assolutamente no!”. Ma se approfondiamo potremmo scoprire che anche quando si praticano trattamenti Reiki alle altre persone potremmo assorbile energie negative. Questo succede quando mettiamo la nostra volontà/intenzione in un trattamento.
Nel Reiki si insegna che l’operatore quando fa un trattamento dovrebbe essere un canale pulito, cioè non manipolare l’energia. Per fare questo di deve diventare abili nella pratica della meditazione. Purtroppo tale pratica è insegnata solamente in pochissime scuole di Reiki. Il problema sussiste nel momento in cui per gran parte della durata del trattamento l’operatore Reiki pensa al risultato che deve ottenere o indirizza con la volontà o immaginazione l’energia i determinate parti del corpo.
Per meglio comprendere ti consiglio la visione di questi due video:

 

 

 

Come gestire la rabbia!

Come gestire la rabbia

Gestire la rabbia, fosse facile direbbe chiunque… Certamente non è facile ma non è neanche impossibile.  Come prima cosa dovremmo fare dei check frequenti durante il giorno per prendere consapevolezza dei nostri stati mentali. Solo dopo aver preso coscienza di essere arrabbiati possiamo fare qualcosa per lasciare andare la rabbia. La stessa Tecnica ci permetterà nel tempo di giocare d’anticipo sino ad arrivare in futuro a non arrabbiarsi più.
Presa consapevolezza della rabbia possiamo per prima cosa applicare la tecnica di respirazione Hado (vedi video), è molto efficace per liberarci da tutte le tensioni mentali e fisiche.
Il secondo passaggio è di prendere nota dell’evento che ha scatenato la nostra rabbia. La terza cosa da fare è di prendersi qualche istante a fine giornata, rilassarsi, magari meditando (vedi video) ed alla fine della meditazione con la mente tranquilla analizza qual’è il punto debole in te che è stato taccato dall’evento scatenante la rabbia. La cosa più importante per arrivare gestire la rabbia è prendere consapevolezza che la responsabilità di come reagiamo agli eventi esterni dipende solo ed esclusivamente da noi, dai nostri schemi menali. Per comprendere meglio ti rimetto al video sul 1° principio del reiki).

Ora non mi resta che augurarti una buona visione e buona pratica dei seguenti video.

 

 

12