Articoli

Come scegliere un insegnate di Reiki

Con questo articolo cercherò di rispondere ad una domanda che spesso mi viene rivolta “Come scegliere un insegnate di Reiki

Oggi in internet troviamo moltissime proposte di corsi Reiki, purtroppo con tantissime differenze che vanno dai contenuti filosofici, ai contenuti tecnici molto diverse tra loro, oltre a molti stili Reiki con nomi molto diversi. Questo non fa sicuramente bene all’immagine del Reiki in quanto il neofita si trova spesso confuso e spaesato. Tutti affermano di insegnare il vero Reiki Usui o di insegnare un qualche nuovo stile rivoluzionario che offre energie più elevate e/o con caratteristiche particolari. Se mi metto nei panni di chi vuole capirci qualcosa, posso affermare con certezza che alla fine di una più o meno approfondita ricerca non possa regnare altro che la confusione!

Alla luce di quanto sopra cosa si può fare per scegliere un buon insegnate che insegni Reiki nella sua forma tradizionale?

  1. Scegliere un insegnante che abbia uno dei seguenti lignaggi tradizionali a) Usui, Hayashi, Yamaguchi, Inamoto. b) Usui, Taketomi, Koyama, Doi. c) Usui, Hayashi, Chiyoko Yamaguchi, Tadao Yamaguci. Questi sono i tre lignaggi che insegnano il Reiki più vicino agli insegnamenti originari di Usui. Verificare che si attenga rigorosamente agli insegnamenti del lignaggio di appartenenza.
  2. Chiedere esplicitamente all’insegnate quanto è durata la formazione in termini di ore di scuola che non devono assolutamente essere inferiori alle 200 ore.
  3. Chiedere quanti trattamenti svolge alla settimana, un buon insegnate deve assolutamente fare molta pratica pertanto dovrebbe fare almeno un trattamento al giorno, o aver maturato almeno 200/300 ore di trattamenti.
  4. Chiedere se pratica quotidianamente meditazione nella forma tradizionale insegnate da Usui (meditazione Gassho, Hatsu Rei Ho ecc.) Dovrebbe farne almeno 30 minuti al giorno.
  5. L’ultimo punto è verificare se l’insegnate dedica interamente la sua vita alla ricerca spirituale e a Reiki o se durante la settimana svolge una normale attività lavorativa e si dedica al Reiki solamente nei fine settimana o ancor peggio una tantum. Personalmente ritengo che per chi insegna Reiki, il Reiki dovrebbe essere la sua vita altrimenti è difficile che abbia maturato sufficiente pratica ed esperienza.

Seguire questi 5 punti penso sia un ottimo modo per verificare la formazione dell’insegnate al fine di rivere un buon insegnamento tradizionale.

Eviterei assolutamente qualsiasi altro stile Reiki che non abbia i lignaggi sopracitati, in quanto nella migliore delle ipotesi sono stati molto modificati allontanandosi molto dalla tradizione di Usui che era un Maestro realizzato,  trovo difficile poter migliorare tali insegnamenti come in molti in realtà affermano.

 

Approfondimenti sul Master Reiki

Approfondimenti sul Master Reiki

In questo articolo vorrei approfondire che cosa significa decidere di prendere il Master di Reiki, il percorso formativo e le motivazioni. Oggi viviamo in un’epoca contraddistinta dalla velocità, i nuovi mezzi di comunicazione, internet social network hanno accelerato il flusso di informazioni, di condivisione, a volte andando a creare una vera e propria realtà parallela virtuale. Il mondo oggi viaggia a trecento all’ora ed anche nella scelta e nei percorsi spirituali vorremmo andare veloci e siamo alla disperata ricerca della via breve. Purtroppo questo non coincide con la realtà spirituale, noi siamo anime eterne che vivono nell’eternità della creazione dove, anche, quando sembra che le cose corrano veloci in realtà se le potessimo osservare dell’esterno con lucida mente, ci accorgeremmo che tutto è in un continuo lento cambiamento. La fretta è una delle caratteristiche che distinguono questa nostra epoca, ma ben sappiamo (anche se lo dimentichiamo) che la fretta è una cattiva consigliera. Molti spinti dall’entusiasmo, da buone intenzioni e soprattutto dall’esempio ricevuto dal proprio insegnate di Reiki vorrebbero arrivare al Master di Reiki in tempi brevi. Proprio in questi giorni ho letto un articolo di una insegnate di Reiki che lamentava il fatto che molte persone a lei rivoltesi si eran sentite dire dal proprio insegnate Reiki che era presto o che non erano pronte per ricevere il livello di insegnante.  La master in questione afferma che un insegnante Reiki non dovrebbe fare queste affermazioni/giudizi in quanto molte delle persone che a lei si son rivolte avevano un onesto e amorevole desiderio di ricevere il master di Reiki, pertanto lei si rendeva disponibile a soddisfare questa amorevole volontà. E’ vero che a volte le persone sono spinte da questo amorevole desiderio, ed altre volte pensano di essere spinte da un amorevole desiderio cosa non facile da identificare. Ma il punto in realtà è un’altro! Un Master (Maestro) dovrebbe essere una persona che ha raggiunto la maestria nella sua arte e come ben possiamo immaginare a volte può non bastare una vita per raggiungere detta maestria. si potrebbe contestare che questa è mera filosofia, e per certi aspetti posso essere d’accordo, ma la cosa realmente importante per poter trasmettere agli altri un qualsiasi insegnamento è aver almeno maturato una buona esperienza, che, come ben possiamo immaginare, per essere maturata tale esperienza necessita di Tempo! Tempo di fare molta pratica nei trattamenti, molta pratica nella meditazione, molta pratica nel cercare di applicare i 5 principi che il Maestro Usui ci ha trasmesso. La collega afferma che siamo tutti diversi, chi è pronto prima e chi dopo, il che è vero, ma allo stesso tempo è altrettanto vero che anche le persone più dotate necessitano anch’esse di maturare una notevole esperienza prima di poter insegnare agli altri. Nella scuola di Usui in Giappone gli allievi prima di ricevere gli insegnamenti del secondo livello devono dimostrare sul campo di aver sviluppato la capacità di diagnosticare energeticamente le eventuali problematiche della persona trattata. I più dotati ci riescono in circa un anno di pratica ed ai meno dotati a volte non bastano neanche dieci anni di pratica. Inoltre Usui insegnava che queste qualità riscontrabili attraverso la tecniche Reiji e Byosen si potevano acquisire solo alle seguenti tre condizioni: “Fare molta esperienza di trattamenti” – “Fare meditazione quotidianamente mattina e sera” – “Riceve i Reiju (attivazioni Reiki) il più spesso possibile”. Come potete dedurre tutto questo che non si sposa certamente con la fretta anche se motivata dalle migliori amorevoli intenzioni. Il primo livello Reiki è definito il livello fisico, il secondo mentale, il terzo spirituale mentre il quarto livello Shinpiden (master) è il livello del servizio/sacrificio, si proprio così che prende il Master di Reiki ha il dovere morale e spirituale di mettersi al servizio dell’umanità per la corretta diffusione della disciplina. Significa dedicare la propria vita, in primis, alla propria evoluzione mettendo in pratica le indicazioni di Usui ergo meditare mattina e sera, fare molta esperienza di trattamenti e ricevere i Reiju più spesso possibile. Solo dedicando totalmente la propria vita alla pratica del Reiki ci si può realmente mettere in sintonia con il corretto spirito di servizio fondamentale per poter trasmettere la verità dell’esperienza e non delle vuote parole apprese dai libri o dai corsi. La formazione di un insegnate Reiki dopo ricevuto il terzo livello deve durare almeno 12 mesi di duro e intenso lavoro sotto la supervisione dell’insegnate che lo sta formando. Questa formazione ha lo scopo di preparare tecnicamente il candidato e verificarne il livello di conoscenza e apprendimento d tutti gli insegnamenti trasmessi e non dare il master come spesso succede in una o al massimo due giornate di formazione. Molti confondono il master di Reiki con la conoscenza tecnica di per fare i Reiju (attivazioni energetiche) dimenticando che questi non sono altro che una pura e semplice tecnica che può acquisire chiunque. La differenza è data dalla corretta formazione e dalla corretta pratica del candidato al quale si deve anche insegnare a condurre i corsi in modo corretto e completo. Quando da ragazzo ricevetti il grado di cintura nera di Karatè, il Maestro mi disse: Ora inizia il vero Karatè! Possiamo applicare questo esempio anche al Master di Reiki il quale non è la fine del percorso ma l’inizio di una nuova vita fatta di dedizione e responsabilità. Da questo momento ci assumiamo il compito arduo, responsabile e consapevole di accompagnare i nostri fratelli alla ricerca della vera felicità!

Reiki la scorciatoia per il Master Reiki

In questo articolo vorrei affrontare un tema che mi sta molto a cuore, l’importanza di fare una corretta formazione per il Master di Reiki .
Come sempre noi occidentali siamo bravissimi a cucirci addosso un percorso personale, dimenticando l’importanza della tradizione e di seguire gli insegnamenti dei veri Maestri.

Facciamo un passo nel passato, Usui il fondatore della nostra amata disciplina, da buon Maestro lluminato era in grado di decidere e determinare quali fossere gli allievi pronti per passare i vari livelli di Reiki, che vi ricordo all’epoca ed in realtà ancora oggi, nella Usui Reiki Ryoho Gakkai sono ben sei. Dopo la sua morte nella Gakkai l’allievo per passare di livello deve dimostrare di aver raggiunto una certa padronanza con le tecniche oltre ad aver sviluppato una notevole sensibilità energetica, esempio, saper diagnosticare i vari blocchi e squilibri energetici. Proprio come da noi in occidente!!!

In occidente la Takata, colei che ha portato il reiki, ha modificato sostanzialmente questa modalità e così è stato fatto un po da tutti i master reiki formati nella scuola occidentale. Cosa succede qui da noi? Molto semplice, tra un livello e l’altro molto raramente si verificano i progressi degli allievi. semplicemente si lascia passare tra un livello l’altro da uno a sei mesi, in rari casi un anno.

Al di la dei primi livelli la cosa che assolutamente ho difficoltà ad accettare è dare il livello Master a persone che non hanno fatto un percorso formativo adeguato. In quanto il Master reiki ha la grandissima responsabilità di dover trasferire gli insegnamenti reiki non solo in modo corretto ma soprattutto consapevole. Per arrivare ad un adeguato, se pur soggettivo livello di conoscenza, ci voglio anni di dura e intensa pratica.

Molte persone che arrivano da altre scuole reiki mi contattano per ricevere il livello di insegnate, ma quando sentono che devono fare un lungo cammino la maggior parte decidono di andare altrove, così come molti miei allievi a volte vanno a prendere il livello master da chi lo da in due giorni.
Il vero problema non sono gli allievi che molto spesso hanno fretta, ma, gli stessi insegnanti reiki che danno il livello master a persone che hanno solamente fatto il primo, secondo e in alcune scuole terzo livello con poca esperienza, non solo della pratica, ma anche su come si devono tenere i seminari. Insegnare reiki non è uno status ne tantomeno una moda, ma è una missione una scelta di vita. Dopo tanti anni di vita dedicata al reiki (20 anni) ancora oggi imparo e scopro cose nuove comprendo sempre meglio che cosa sia in realtà reiki.

Reiki è “DO” una via un percorso verso l’Hanshin Ritsumei-l’Assoluta Pace Interiore. Come può una persona con solamente, nel migliore dei casi, otto giornate di formazione poter insegnare agli altri?
Con questa domanda vi lascio e vi ringrazio di aver letto questo articolo.

Eventi

Iscrizioni aperte al Corso di Formazione per Master Reiki riconosciuti A.I.RE.

Sono aperte le iscrizioni al corso di formazione per Master Reiki riconosciuti dall’Associazione Italiana Reiki, la formula del corso permette l’iscrizione in qualsiasi momento.

La formazione consta in 320 ore di formazione in aula suddivisa in 20 week end con cadenza mensile, le date saranno comunicate in sede di iscrizione.

Prerequisito aver conseguito almeno il primo livello Reiki da 18 mesi in qualsiasi scuola.

Di seguito i contenti principali della formazione:

La storia del Reiki
La vera storia sulle origini del Reiki e sulla vita del Maestro Mikao Usui

– Lo scopo del Reiki
Significato termine Reiki
Spiegazione ideogramma
Byose Reikan Ho e Hibiki
Visione olistica della malattia
Principi base sull’Energia
Scopi del Primo Livello
Scopo dell’Autotrattamento
Meditazione
I Cinque Principi
Le Tre Vie Le Tre Leggi
Karma e Reincarnazione
–  Reiki e Karma
– Le tre vie nella pratica del reiki
Trattamenti di primo livello
– Come agisce reiki
altri utilizzi di reiki
– trattamenti vari – – Cosa si può trattare con Reiki oltre alle persone
Usui Reiki Ryoko Gakkai
Il Reiki in Giappone oggi
Falsi miti sul Reiki
Stili di Reiki
Lignaggi Reiki
Hado
Metodi per elevare il livello della tua energia Reiki
–  Approfondimenti primo livello
La pratica del Primo Livello
I Reiju (Iniziazione)
Scopo del Secondo Livello
– Approfondimenti secondo livello
Trattamento mentale
Trattamento a distanza
Trattamento con i simboli
I Simboli: origine e scopo
Come richiamare i Simboli
Simboli e risonanza
Hatsu Rei
La pratica del Secondo Livello
Spazio Tempo e Illusione della mente
–  Il terzo livello
– Approfondimenti terzo livello
Scopo del Terzo Livello
Quarto Simbolo” – origine e scopo
Byosen e Reiji
Koki Ho
Gyoshi Ho
Usui Reiki Ryoho Hikkei
Meditazione per il Karma
  La pratica del Terzo Livello
–  i Mudra nel Reiki
–  il Ki l’energia di ogni essere
–  la malattia come squilibrio energetico
–  Fisioligia della struttura energetica umana
– I Chakra a cosa servono e come funzionano
– Etica dell’insegnate
– Responsabilità giuridice
– Oneri fiscali
Master Reiki
Reiki e scienza
– Legge 4/2013 sulle libere professioni
– Associazione Italiana Reiki

Il costo della formazione compreso materiale didattico è di €. 3000,00 (150 a week end).
Per iscriversi è necessario effettuare un versamento di €. 500,00 tramite bonifico IBAN:  IT64E0760101600000049827546 intestato a gianluigi costa con causale 1° acconto corso di formazione per master reiki a.i.re.

oppure tramite bollettino postale intestato a Gianluigi Costa c/c n° 49827546  con causale  corso 1° acconto corso di formazione per master reiki a.i.re.
Il saldo dei restanti 2.500, €. andrà effettuato con versamenti di 500.00 €. ogni 4 mesi.

Per maggiori info contattare Gianluigi Costa al 329.7223672 o leggi il modulo di iscrizione con relativo regolamento

Scarica Modulo Iscrizione

 

Il primo libro che rivela la vera essenza del Reiki tradizionale giapponese

Maggiori info sul libro